ANTIPASTI - Crostini alla toscana

Ingredienti: fegatini di pollo, carne macinata, succo di limone, pasta di acciughe, capperi, cipolle o scalogno, burro, sale, pepe, brodo di carne, olio, vino rosso, pane.

Preparazione - Soffriggere la cipolla tritata in un po' di olio. Quindi spezzettare i fegatini di pollo e e metteteli a rosolare con la cipolla; unite la carne macinata. Unire due o tre cucchiai di capperi tritati e anche un'idea di succo di limone: serve per attenuare il gusto dei fegatini ma non è strettamente necessario. Come quantità una cipolla vale tre scalogni ed è sufficiente per 400 gr di macinata e 200 gr di fegatini. Far bollire fino a quando non si vedono uscire delle "bolle" (come diceva mia nonna) dal fondo della casseruola: è il segnale che la carne è cotta. Aggiungere mezzo bicchiere di vino e lasciarlo evaporare fino a quando non si vedono nuovamente le "bolle". Adesso occorre aggiungere mezzo litro di brodo di carne, se non si ha, una valida alternativa è un dado insieme ad acqua calda. Far ritirare un poco il brodo e aggiungere il pepe.
Prendere adesso un mixer ad immersione e, dopo aver tolto il tegame dal fuoco, fare una crema del nostro composto; adesso è il momento più delicato perché si deve aggiungere la pasta di acciughe e quindi bisogna stare attenti a non metterne troppa. In alternativa alla pasta di acciughe possiamo prendere due o tre acciughe e rosolarle insieme alla carne. I puristi farebbero così. Assaggiare ed eventualmente regolare di sale e aggiungere il burro per far in modo che il composto abbia una certa consistenza una volta freddo.
Prendere del pane adatto a fare delle tartine e spalmate sopra il composto ottenuto con generosità.

Commenti

  1. sono toscana doc e non ho mai sentito che va aggiunto la carne macinata tanto meno il limone.Nella vera ricetta prima si passano i fegatini alla macchinetta detta "tre spade" quella dove si macina la carne per il sugo,poi si rosolano con il vino e solo dopo si aggiunge la pasta d'acchiughe,si fa rosolare di nuovo e poi si agggiunge acqua.Si fa sobbollire per almeno 40 minuti poi si spalma sui crostini (da qui il nome crostini toscani.impara....

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

SECONDI - Cinghiale in bianco

SECONDI - Ossibuchi alla toscana.

Tortino di carciofi al pomodoro